Vitigni del Sud tra Storia e Architettura di Francesca Muzzillo e Fosca Tortorelli

di Agnese Salerno, settembre 2013

Il settore vitivinicolo italiano si potrebbe assimilare a un’opera d’arte, per l’impronta data al paesaggio, per la presenza di molteplici varietà, ciascuna identificante il suo territorio. Architettura, coltivazione, meccanizzazione ed innovazione tecnologica insieme nel determinare l’imprinting territoriale.
La viticoltura nelle espressioni architettoniche è frutto dell’evoluzione della società. 
Le radici della vite sono il simbolo del loro attaccamento al territorio e alla storia umana.  Il terroir è assimilabile al concetto che ha il genius loci per l’architettura. Questo è “Vitigni del Sud tra Storia e Architettura di Francesca Muzzillo e Fosca Tortorelli” edito da Natan Edizioni.